Le mie specialità

PSICOTERAPIA BREVE STRATEGICA

CIT. DAL SITO: WWW.psicoterapiabrevestrategica.it

Fin dal primo incontro con il paziente il modello è orientato al cambiamento, non si utilizza, infatti, una procedura classica di diagnosi bensì una tecnica evoluta di diagnosi-intervento: il dialogo strategico. Questo protocollo per condurre il primo colloquio permette di trasformare, attraverso una sequenza di specifiche tecniche (domande strategiche, parafrasi ristrutturanti, formule evocative e le finali prescrizioni), in un processo di ricerca-intervento che conduce paziente e terapeuta alla scoperta congiunta del “come” il problema funziona e del “come” può essere risolto. Sulla base di ciò, alla fine della prima seduta vengono prescritte le indicazioni terapeutiche calzanti al disturbo presentato. Al successivo colloquio verranno valutati gli effetti prodotti sia dal dialogo terapeutico che dalle prescrizioni da mettere in atto. A seconda degli esiti si procede alle fasi successive del modello se questi sono stati positivi, altrimenti si analizza ciò che non ha funzionato, riaggiustando il tiro della terapia sulla base delle risposte alle manovre applicate. Il focus di una psicoterapia breve strategica è la ristrutturazione e il cambiamento delle percezioni rigide del paziente che inducono alle sue reazioni patologiche. Per realizzare ciò, l’intervento è orientato a interrompere il circolo vizioso tra i tentativi di soluzione fallimentari messi in atto dal paziente che alimentano il disturbo e la sua persistenza sostenuta proprio da tali controproducenti reazioni. Pertanto si dovranno sostituire le disfunzionali “tentate soluzioni” con altre in grado di rompere l’equilibrio patologico e trasformarle in sane e funzionali. Strategie e stratagemmi terapeutici calzati alla situazione problematica ed alla specifica forma di espressione del disturbo. Come già riferito copioso è il numero di tecniche terapeutiche messe a punto e formalizzate da G. Nardone e dai suoi collaboratori che coprono la maggioranza delle forme di patologia che si incontra in psicoterapia.

Giorgio Nardone
…l’approccio strategico nell’ambito della psicoterapia può essere definito come l'”arte” di risolvere complicati problemi umani mediante “apparentemente” semplici soluzioni… nonostante infatti certi problemi o sofferenze persistano da molti anni non per questo sono necessarie altrettanto lunghe degenze e complicate soluzioni.

Tecniche Terapeutiche

TERAPIA BREVE STRATEGICA

La TBS utilizza protocolli di trattamento specifici costruiti ad hoc per intervenire su diversi problemi (ansia, depressione, disturbi alimentari, disturbi sessuali, etc.) con l’obiettivo di ristrutturare la percezione con cui la persona costruisce la realtà che poi subisce, quando...

Leggi di più

ARTETERAPIA

ARTETERAPIA (PER I GRUPPI O LE SCUOLE CHE LO RICHIEDONO) L’Arteterapia ha inizio negli anni ’40 e ’50, in Inghilterra e negli Stati Uniti come modalità terapeutica per curare i disagi psicologici dei reduci di guerra e dei pazienti...

Leggi di più

IPNOSI

L’ipnosi è un tipo di rilassamento o concentrazione in cui si accede alla parte inconscia bypassando la mente critica. Ciò permette un lavoro molto intenso ed efficace. Le induzioni portano l’ipnotizzato ad accedere alle onde alfa e teta del...

Leggi di più

AREE DI INTERVENTO

Scrivi un messaggio

Accetto le condizioni di utilizzo del sito e l’informativa sul trattamento dei dati personali.*